Category: Meryl Streep


Innamorarsi_s.jpg

Un film di Ulu Grosbard. Con Meryl Streep, Robert De Niro, Harvey Keitel, Jane Kaczmarek, George Martin.titolo originale Falling in Love. Commedia, durata 107 min. – USA 1984.MYMONETRO Innamorarsi * * * 1/2 - valutazione media: 3,56 su 16 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Una romantica storia normale: Frank e Molly, entrambi sposati, si incontrano per caso, si innamorano, si lasciano, si ritrovano. Niente di straordinario, se non fosse per la grande lezione di recitazione dei due protagonisti, che nobilitano con la loro immensa bravura un film altrimenti dimenticabile.

Versione 1080p:

The Deer Hunter - Il Cacciatore - bdrip 1080p ita eng fra ger spa multisub_s.jpg

Versione dvdrip:

The Deer Hunter - Il Cacciatore - dvdrip ita - Cd1_s.jpg

Un film di Michael Cimino. Con Christopher Walken, John Savage, Robert De Niro, Meryl Streep, John Cazale.Titolo originale The Deer Hunter. Drammatico, durata 183 min. – USA 1978. – VM 14- MYMONETRO Il cacciatore * * * * 1/2 valutazione media: 4,61 su 98 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Tre ragazzi della Pennsylvania vanno alla guerra (nel Vietnam). Due tornano mutilati nel corpo e nello spirito. Il terzo non ritorna affatto. Rimane nell’inferno di Saigon a rischiare ogni sera la vita in un assurdo gioco della roulette russa (una pallottola sola in canna, ogni sera un avversario diverso). Finché ci rimane, sotto gli occhi inorriditi del commilitone che era tornato a ripescarlo. Tre ore di spettacolo, raccontato con una grinta e un rilievo drammatico che il cinema americano da tempo non riusciva ad esprimere. Più appassionante come romanzone che significante per i caratteri (abbastanza sfumati nelle loro motivazioni), il film vanta sequenze memorabili (il matrimonio, la tortura, la roulette nelle bettole di Saigon). Presentato al festival di Berlino, fu sonoramente beccato da molti giovani di sinistra per la rappresentazione che faceva dei Vietcong (sadici, torturatori, assassini). In realtà, il conflitto nel Sudest serve solo come corrusca tela di fondo. Giudizi storico-politici non vengono dati dal regista. Al massimo il Vietnam è visto come una sporca avventura per la quale non era proprio il caso di immolare tanti bravi ragazzi americani. Il film vive particolarmente per la bravura di tutti gli interpreti e per la gagliardia registica di Michael Cimino.

Photobucket

La mia Africa by_tres_s

Un film di Sydney Pollack. Con Meryl Streep, Robert Redford, Klaus Maria Brandauer, Michael Kitchen, Malick Bowens. Titolo originale Out of Africa. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 160 min. – USA 1985. MYMONETRO La mia Africa * * * * - valutazione media: 4,11 su 33 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Intelligente, romantico film che ripercorre la vita di Karen Blixen (una superlativa Meryl Streep). Sposata per convenienza con un nobile rozzo e fatuo, nel 1913 lascia la natia Danimarca alla volta di Nairobi, dove si innamora di un avventuriero inglese (Robert Redford). Ma l’Africa le offrirà alterne fortune e drammi profondi. Pollack ci offre l’immagine di un’Africa patinata e affascinante, pervasa da atmosfere d’epoca perfettamente ricostruite e splendidamente fotografata. Qualche lungaggine qua e là ma soprattutto una splendida prova di recitazione e ben cinque premi Oscar: al film, al regista e a sceneggiatura, fotografia e colonna sonora.

Locandina The Manchurian Candidate

Un film di Jonathan Demme. Con Denzel Washington, Meryl Streep, Liev Schreiber, Kimberly Elise, Vera Farmiga. Thriller, durata 132 min. – USA 2004. uscita venerdì 12 novembre 2004. MYMONETRO The Manchurian Candidate * * 1/2 - - valutazione media: 2,72 su 28 recensioni di critica, pubblico e dizionari.

Jonathan Demme si confronta con John Frankenheimer nel remake di Và e uccidi (in originale The Manchurian Candidate) del 1962, per affrontare il tema caldo delle elezioni presidenziali.
Il Capitano dell’esercito degli Stati Uniti Bennet Marco, viene salvato dal Sergente Raymond Shaw da un’imboscata durante la guerra del Golfo in cui perdono la vita due uomini. Shaw, eroe di guerra, prosegue la sua ascesa fino ad arrivare a candidarsi per la vicepresidenza degli Stati Uniti, ma nella mente di Marco, ci sono dei punti oscuri. Lentamente i dubbi affiorano e si delineano le certezze. Complotto?
Costruito con un climax drammatico, come se fosse una bomba a orologeria, il film di Demme soffre per la lunghezza e per l’approfondimento dei dettagli della storia (presumibilmente per dare alla critica al sistema un valore reale). Denzel Washington nel ruolo che era di Sinatra, si muove bene e interpreta il dramma di un uomo che vede i valori in cui crede ciecamente disintegrarsi davanti agli occhi; Meryl Streep, madre del candidato, è perfida al punto giusto da risultare uno dei “da vedere” del film.
Una citazione per il montaggio serrato della sequenza finale. Incessante, denso di tensione, un vero “countdown”. Il momento migliore di un solido e attuale film.